Nuovo TEATRO SAN PAOLO, Viale di San Paolo 12 Roma
HomeSpettacoliLa StrutturaL'AccademiaBandiScuoleBiglietteriaContatti
Spettacoli > Gli anni d'oro 2, 3 e 4 Giugno 2018

GLI ANNI D'ORO
Di Michele Di Vito
Regia Ferruccio Ferrante

Sabato 2 Giugno ore 20:30
Domenica 3 Giugno ore 17:00
Lunedì 4 Giugno ore 20:30

GRATUITO PER GLI ISCRITTI DELL'ACCADEMIA SAN PAOLO
Acquista o prenota la tua poltrona alla biglietteria ai numeri 0655340226 e 3711793181

 
 
 

Sinossi
La cornice narrativa è un classico contemporaneo: la rimpatriata tra ex compagni di scuola, nata per ricordare i vecchi tempi, per raccontare agli altri cosa si è diventati oggi e cosa si è fatto. Ma c'è dell'altro (ovviamente...). Chi organizza la serata infatti vuole anche creare l'occasione per dare un ultimo saluto ad Elena, afflitta da una grave sindrome che, dopo averle tolto la vista e l'udito, lentamente le sta facendo perdere anche la memoria. La storia fila "secondo copione" tra battute, piccoli rimpianti, frecciatine e ricordi, il tutto annaffiato da una tisana che aiuta ad "aprire" la mente, a liberarsi dalle reticenze e dai freni inibitori che ci fanno tacere quel che pensiamo veramente. Piano piano le cose degenerano e la sincerità prende prepotentemente il sopravvento sul resto, smascherando lentamente tutti, nel bene e nel male. Le sorprese non mancano (alcune annunciate, altre del tutto inaspettate) in questo testo scritto su misura per questo gruppo di attori da Michele Di Vito, autore vincitore del Secondo concorso di drammaturgia "Belli corti" svoltosi tra febbraio e marzo di quest'anno presso il Nuovo Teatro San Paolo.

Note di regia
Il gruppo di attori ed attrici che sta per portare in scena "Gli anni d'oro", nello spettacolo di metà anno (Il vero ispettore Hound) si era confrontato con un tipo di recitazione molto esteriore, marcata, per niente naturalistica: volutamente sopra le righe. Conclusa quell'esperienza, è emerso il bisogno di mettersi alla prova con qualcosa di diametralmente opposto, una situazione drammaturgica fatta di emozioni quotidiane, da portare sulla scena lavorando sulle intenzioni, sulle piccole sfumature che gli attori costruiscono tramite sguardi, pause ed il proprio coinvolgimento emotivo. È nata così l'idea di far scrivere un testo pensato per dare spazio a questa esigenza.  I personaggi che agiscono in questa commedia sono imperfetti, insoddisfatti, non realizzati, infelici... in una parola profondamente umani. La ricerca dei modi in cui è possibile valorizzare una situazione quotidiana, fatta di parole comuni e di emozioni apparentemente "banali" richiede agli attori ed alle attrici di essere disponibili a lasciarsi coinvolgere ad un livello più profondo: questo può avvenire solo se si è pronti a regalare il proprio spessore umano ai personaggi, facendoli diventare persone e non più "tipi" o stereotipi. Tutti gli interpreti, a turno, sono messi alla prova da situazioni e circostanze che, per risultare credibili, vanno vissute - non recitate - con tutto il coinvolgimento necessario, per dare modo ai protagonisti e a chi li osserva di tracciare una linea temporale netta - un prima e un dopo - tra i quali si inserisce con forza dirompente un oggi che si abbatte senza riguardo alcuno sulle loro vite. Il susseguirsi degli eventi ed il graduale svelamento delle sottotrame aumentano l'intensità emotiva dello spettacolo, fino a condurlo ad un finale che difficilmente ci si aspetterebbe dopo aver visto l'inizio.

Cast
Regia
Ferruccio Ferrante

Con
Antonio Amatruda, Greta Civitareale, Nicoletta Conti, Daniele Di Martino, Chiara Favale, Danilo Fiorentini, Giorgia Francozzi e Anna Carla Gerardi

Costumi Angela di Donna, Valentina Di Geronimo e Vittorio Gherardi
Scene Giorgia Rauccio e Mariagrazia Iovine

 
Nuovo Teatro San Paolo Viale di San Paolo, 12 - Roma. Tel 0655340226 Cell 3711793181
© 2018 Nuovo Teatro San Paolo - © 2018 Foto di GiadaPhotofactory
Seguici su Facebook Seguici su TripAdvisor