Nuovo TEATRO SAN PAOLO, Viale di San Paolo 12 Roma
HomeSpettacoliLa StrutturaL'AccademiaBiglietteriaLavora con noiContatti
Spettacoli > Razza Ommu 19 Giugno 2014

RAZZA OMMU
Concerto Presentazione del nuovo disco del cantante salentino Umberto Papadia

Giovedì 19 Giugno ore 20:30
Biglietto unico € 10,00

Acquista o Prenota la tua poltrona alla biglietteria o al numero 06-55340226

Razza Ommu Umberto Papadia 19 Giugno

Il Concerto
U’ Papadia è accompagnato dalla sua nuova band: Armando Guit Serafini: chitarre acustiche, bouzuki, nocch’n roll. Lorenzo “Pikkio” De Angelis: chitarra elettrica, acustica, cori. Davide Costantini: basso elettrico. Ruben Ramirez: batteria Ospite Speciale: Iginio De Luca - Percussioni

Il giorno del concerto sarà possibile acquistare o ritirare il disco (per coloro che hanno aderito al crowdfunding).
Per scaricare "Razza Ommu" in mp3: http://www.culturalbridgelabel.com/#!upapadia/c205 Per ricevere il CD "Razza Ommu" a casa, scrivete a lupapadia@gmail.com

Ascolta l'intervista a U'Papadia

Recensione
Spiazzante, maturo e piacevolmente sfaccettato. “Razza Ommu”, il nuovo lavoro di U’Papadia, all’anagrafe Umberto Papadia, originario di Alessano e romano d’adozione artistica, è un disco da assimilare con calma, per coglierne al meglio gli indizi suggeriti. Il cantautore (ma anche cantastorie, musicista, percussionista) fa dell’accurata commistione di tanti stili e registri espositivi il suo punto di forza,insieme a testi intensi e, a tratti, radicalmente poetici.
Già la base d’azione del buon rock italiano, con i testi cantati in dialetto salentino (tutti tranne due), restituisce la sensazione di aver a che fare con una forma narrativa assolutamente originale. Ci si trova a passare con estrema disinvoltura dai ritmi reggaeggianti di “Felice”, di nome e di fatto, un folle che mischia “tutti li pinsieri cu verità e buscia”, alla ninna nanna “Fija de lu mare”, che trasporta dolcemente su una chiatta dall’altra parte del Mediterraneo, tra freschi caftani e sonorità da mille e una notte. C’è anche la tendenza al sociale e al ricordo, che trova espressione in “Gabriele”, vecchio amico d’infanzia e simbolico “angelu d’acciaiu” andato via, senza salutare, travolto dalle debolezze della droga. E poi un accorato e laico omaggio a don Tonino Bello, sacerdote alessanese, con il brano “Lampara”, ispirato proprio a un testo del “vescovo col grembiule”, che vede l’inequivocabile summa del pensiero in una simbolica Via Crucis che “no se face ssettatu, t’hai mmiscare a mparu cu l’autri, e alli pedi le piaghe t’hai fare”. Alla stregua del suo precedente lavoro, “La Peronospera”, tutto l’album è intriso dai temi suggeriti dalla canzone che dà anche il titolo al disco, “Razza Ommu”. Un uomo che purtroppo, col passare del tempo, ha perso di vista necessità ancestrali e bisogni primari, snaturandosi e recludendosi in gabbie, che siano oscure o dorate poco importa. Si grida quindi forte la rabbia e la voglia di sentirsi liberi, con il ritornello della traccia “Giuseppe Desa” (ovvero San Giuseppe da Copertino, il santo dei Voli) alla stregua di un definitivo urlo affrancatorio: “Unu quannu sape vulare, lassalu stare!”.
U’ Papadia, Razza Ommu, Cultural Bridge, 2014.
(di MATTEO TANGOLO, QUISALENTO)

U' Papadia - BIOGRAFIA
Cantautore e percussionista salentino, ha recentemente pubblicato un nuovo disco "RAZZA OMMU" sulle orme del precedente successo con il progetto folk rock “LA PERONOSPERA” (2010). Fondatore del gruppo elettro-world Ammaraciccappa (Al Qantarah-2007). È stato per 8 anni percussionista e vocalist di Teresa De Sio. Vanta collaborazioni con nomi illustri italiani e internazionali, tra i più noti: Lucilla Galeazzi, Ambrogio Sparagna, Nando Citarella, Uccio Aloisi, Giorgio Di Lecce (Arakne Mediterranea), Mike Mainieri, Hector Zazou. Leggi la recensione di RAZZA OMMU su QUISALENTO di MATTEO TANGOLO Spiazzante, maturo e piacevolmente sfaccettato. “Razza Ommu”, il nuovo lavoro di U’Papadia, all’anagrafe Umberto Papadia, originario di Alessano e romano d’adozione artistica, è un disco da assimilare con calma, per coglierne al meglio gli indizi suggeriti. Il cantautore (ma anche cantastorie, musicista, percussionista) fa dell’accurata commistione di tanti stili e registri espositivi il suo punto di forza,insieme a testi intensi e, a tratti, radicalmente poetici. Già la base d’azione del buon rock italiano, con i testi cantati in dialetto salentino (tutti tranne due), restituisce la sensazione di aver a che fare con una forma narrativa assolutamente originale. Ci si trova a passare con estrema disinvoltura dai ritmi reggaeggianti di “Felice”, di nome e di fatto, un folle che mischia “tutti li pinsieri cu verità e buscia”, alla ninna nanna “Fija de lu mare”, che trasporta dolcemente su una chiatta dall’altra parte del Mediterraneo, tra freschi caftani e sonorità da mille e una notte. C’è anche la tendenza al sociale e al ricordo, che trova espressione in “Gabriele”, vecchio amico d’infanzia e simbolico “angelu d’acciaiu” andato via, senza salutare, travolto dalle debolezze della droga. E poi un accorato e laico omaggio a don Tonino Bello, sacerdote alessanese, con il brano “Lampara”, ispirato proprio a un testo del “vescovo col grembiule”, che vede l’inequivocabile summa del pensiero in una simbolica Via Crucis che “no se face ssettatu, t’hai mmiscare a mparu cu l’autri, e alli pedi le piaghe t’hai fare”. Alla stregua del suo precedente lavoro, “La Peronospera”, tutto l’album è intriso dai temi suggeriti dalla canzone che dà anche il titolo al disco, “Razza Ommu”. Un uomo che purtroppo, col passare del tempo, ha perso di vista necessità ancestrali e bisogni primari, snaturandosi e recludendosi in gabbie, che siano oscure o dorate poco importa. Si grida quindi forte la rabbia e la voglia di sentirsi liberi, con il ritornello della traccia “Giuseppe Desa” (ovvero San Giuseppe da Copertino, il santo dei Voli) alla stregua di un definitivo urlo affrancatorio: “Unu quannu sape vulare, lassalu stare!”.

 
Nuovo Teatro San Paolo Viale di San Paolo, 12 - Roma. Tel 06-55340226
© 2015 Nuovo Teatro San Paolo - © 2015 Foto di GiadaPhotofactory
Seguici su Facebook Seguici su TripAdvisor